ALLA RICERCA DELLA FELICITA’: LA COMMEDIA AMERICANA

vogliamo-vivere

26 ottobre, 9 e 16 novembre 2018

In collaborazione con: Università degli adulti di Olgiate Comasco

Docente: Andrea Bettinelli (Cineclub Libreria del cinema)

Per informazioni: www.universitadegliadulti-olgiate.it

Descrizione del corso

Attraverso la visione e l’analisi di 3 film si percorreranno alcune tappe dell’evoluzione della commedia americana.

  • La commedia classica (anni Trenta e Quaranta) – Gli anni Trenta e Quaranta sono considerati il periodo d’oro della commedia americana, quello dove si registra la più alta concentrazione di capolavori appartenenti al genere. Con questi film, secondo alcuni studiosi, Hollywood reagisce al clima di sfiducia e difficoltà attraversato dalla nazione negli anni della Grande Depressione, proponendo una ricomposizione di quanto la crisi del 1929 aveva frantumato. I temi principali sono l’amore e l’unità della coppia, il rapporto tra felicità e denaro, il contrasto tra realtà e finzione.
    Film proposto: Vogliamo vivere! (1942) di Ernst Lubitsch
  • La commedia del dopoguerra (anni Cinquanta e Sessanta) – Il mondo ovattato e astratto della commedia anni Trenta viene messo in crisi dai bagliori della Seconda Guerra Mondiale e dal soffio di un nuovo vento che arriva dall’Europa, dove il successo del neorealismo e della commedia all’italiana pongono il problema di un rapporto diverso con il reale. Alla leggerezza tipica del genere inizia a mescolarsi un fondo amaro, un gusto acre e acido, una compresenza di riso e dramma di cui è maestro indiscusso il grande Billy Wilder, moderno e classico allo stesso tempo.
    Film proposto: L’appartamento (1960) di Billy Wilder
  • La commedia della Nuova Hollywood (anni Settanta) – Il cinema americano degli anni Settanta è attraversato da una corrente di grande rinnovamento stilistico, che è passato alla storia sotto l’etichetta di “Nuova Hollywood”. Autori come Scorsese, De Palma, Altman, pur partendo da una cultura cinematografica che si nutre dei classici, portano a una modernizzazione delle forme del cinema americano. Questo processo investe anche la commedia, che nelle sue forme più alte viene rielaborata in modo personale da alcuni autori come Woody Allen che vi imprime, in opere innovative come Io e Annie e Manhattan, un’evoluzione vorticosa, sia dal punto di vista linguistico, sia da dal punto di vista tematico, riversandovi tic e ossessioni dell’uomo contemporaneo.
    Film scelto: Io e Annie (1977) di Woody Allen

Bibliografia